BITE DENTALI

BITE ANTIRUSSAMENTO sono apparecchi dentali temporanei da indossare durante la notte. Sono costituiti da due placche collegate tra loro, da mettere tra le arcate dentarie. Le placche lasciano uno spazio aperto dietro la lingua, così da far passare più aria. In questo modo ci sono meno vibrazioni e si elimina il rumore del russare.

BITE SPORTIVI sono apparecchi usati da chi fa sport, servono a proteggere i denti dagli urti e ad ammortizzare le vibrazioni. Il paradenti è un dispositivo che serve  a ridurre i traumi  dei denti e tessuti paradontali durante l’attività fisica.

BITE ANTI DIGRIGNAMENTO SERRAMENTO E BRUXISMO

Un bite contro il digrignamento notturno è specifico per combattere gli effetti del bruxismo, che spesso si accompagna anche al russamento. La sua finalità principale rimane però evitare che il paziente digrigni i denti e li consumi con il tempo. Per questo motivo, è fondamentale che il bite sia prescritto da un odontoiatra.

 Il  dentista ti prescriverà un bite morbido o duro, il dispositivo sarà realizzato sulla base delle tue impronte dentarie per essere stabile e fisiologico il più possibile. Essendo la bocca e le mani gli apparati che usiamo di più frequentemente li usiamo anche per scaricare le tensioni, specialmente a livello inconscio (sonno): sarebbe opportuno valutare anche la componente psichico-emotiva scatenante.

BITE A RIPOSIZIONAMENTO MANDIBOLARE

Sono diversi dai precedenti sia come materiali che la finalità. Vanno gestiti da uno gnatologo-posturologo, meglio se anche Kinesiologo, per farci guidare dal sistema neuromuscolare del paziente. Va tenuto per almeno 14-16 ore per guidare la mandibola a ricentrarsi o a retrudere o protrudere: dipende dalla patologia di partenza. Utile collaborazione dell’osteopata. A volte, si possono fare rialzi in resina da cementare con composito su tutta un’arcata come chiave che obbliga la mandibola ed i denti a stare nella posizione terapeutica. NEI RAGAZZI IN CRESCITA, si possono fare rialzi-guida che obbligano la mandibola e l’occlusione dove vogliamo portarle: questa procedura è migliore, più confortevole e agisce per 24 ore rispetto agli apparecchi mobili, Idem per molaggi sui canini decidui…

Quando la bocca presenta malocclusioni che determinano problemi, tipo bruxismo, laterodeviazioni, morsi aperti o coperti, deglutizione anomala, beanze laterali o anteriori, oltre ad un bite  diagnostico-terapeutico, per risolvere il problema dalla radice, occorre sempre fare ortodonzia.